Avvocato Diritto del Lavoro Roma | Avv. Pellegrini Quarantotti

Diritto del Lavoro - Avv. Pellegrini Quarantotti

Lo Studio Legale dell'Avvocato Pellegrini Quarantotti nelle due sedi a Roma e Milano vanta un’approfondita esperienza in materia di diritto del lavoro, soprattutto con riguardo al rapporto di pubblico impiego, alla corretta applicazione della legislazione vigente e dei Contratti Collettivi di settore, occupandosi del contenzioso relativo a fattispecie di rivendicazioni retributive, demansionamento e/o mobbing, trasferimenti e/o mobilità, nonché della gestione stragiudiziale e giudiziale dei procedimenti disciplinari e dei successivi giudizi di impugnazione.

Lo Studio Legale svolge in favore di privati, dipendenti pubblici, nonchè medici e strutture sanitarie, associazioni ed amministrazioni comunali di tutta Italia, attività di consulenza stragiudiziale, redazione di contratti, istanze e/o diffide, nonché attività di assistenza in giudizio per tutte le problematiche relative al rapporto di lavoro.

 

Consulenza e assistenza legale in materia di diritto del lavoro

I successi ottenuti dallo Studio Legale Pellegrini Quarantotti nella risoluzione delle controversie sono dovuti alla necessaria e approfondita conoscenza del settore del diritto del lavoro, all’esperienza maturata nel corso degli anni ed all’aggiornamento costante.

L’impostazione del lavoro dello Studio Legale Pellegrini Quarantotti è quella di cercare di risolvere, per quanto più possibile, la controversia in fase stragiudiziale, al fine di contenere i costi ed i tempi della vicenda in contestazione. Solo in caso di infruottuosa risoluzione in tale fase, lo Studio procederà con la successiva fase giudiziale.

Attraverso le due sedi di Roma e Milano, lo Studio Legale, quindi, fornisce consulenza e assistenza legale sia in fase stragiudiziale che in quella giudiziale, offrendo la massima competenza e professionalità.

Lo Studio Legale Pellegrini Quarantotti è in grado di offrire, inoltre, il patrocinio dinanzi alle Giurisdizioni Superiori (Corte di Cassazione e Consiglio di Stato).

Scopri anche le altre attività dello studio: 

diritto sanitario, in particolare errore medico, responsabilità medica e professionale, malasanità.

diritto amministrativoricorsi ai test di facoltà a numero chiuso e concorsi pubblici.

Per informazioni, è possibile inviare una e-mail, con i propri recapiti, a [email protected].

 

Categorie

News dello studio

mag20

20/05/2024

“Sanatoria” per i “Quartini”. Istanza di inserimento in graduatoria 2024/2025 senza effettuare la prova.

“Sanatoria” per i “Quartini”. Istanza di inserimento in graduatoria 2024/2025 senza effettuare la prova.

in Ricorsi Medicina

Nei giorni scorsi è stata approvata la norma volta a “sanare” la posizione dei “quartini”, vale a dire coloro che si trovano nella situazione di avere svolto il test TOLC

mar4

04/03/2024

Test Medicina 2024/2025: pubblicato il Nuovo Decreto. Parte il Ricorso per i

Test Medicina 2024/2025: pubblicato il Nuovo Decreto. Parte il Ricorso per i "Quartini"

in Test Numero Chiuso

IL NUOVO DECRETO PER IL TEST 2024/2025 In data 23 febbraio 2024 è stato pubblicato dal Ministero dell’Università e Ricerca il Decreto Ministeriale n. 472, recante la disciplina delle

gen24

24/01/2024

Medicina: il T.a.r. del Lazio dichiara il TOLC 2023 illegittimo. Le prime valutazioni dello Studio Legale Pellegrini Quarantotti.

Medicina: il T.a.r. del Lazio dichiara il TOLC 2023 illegittimo. Le prime valutazioni dello Studio Legale Pellegrini Quarantotti.

in Ricorsi Medicina

Il T.A.R. Lazio, Sez. III, con Sentenza pubblicata in data 17/01/2024, ha disposto l’annullamento del D.M. 1107/2022, del D.D. 1925/2022, dei bandi di concorso per l’accesso ai corsi di laurea

News Giuridiche

giu22

22/06/2024

Residenza fiscale del contribuente: è irrilevante l’omessa iscrizione all’AIRE

<span style="color: #1f1f1f; background-color:

giu21

21/06/2024

Omessa dichiarazione contributiva: imprenditore assolto se manca il dolo

Non responsabile il datore di lavoro che

giu21

21/06/2024

Notifica a mezzo raccomandata a/r in Paesi UE: quali sono le formalità da seguire?

La normativa UE consente agli Stati membri