Test Medicina 2020: prevista pioggia di ricorsi legati agli esclusi dal Covid

Test Medicina 2020: prevista pioggia di ricorsi legati agli esclusi dal Covid

06 settembre 2020

Nell’anno del Covid, il test di accesso alle facoltà a numero chiuso di Medicina e Odontoiatria fa parlare. Gli iscritti al test dello scorso 3 settembre sono stati oltre 66.000, a fronte di 13.072 posti.

Tuttavia, non tutti gli iscritti hanno potuto partecipare alla prova di accesso, ci sono tantissimi esclusi per essere positivi al Coronavirus o, comunque, in quarantena per avere avuto contatti stretti con un soggetto contagiato.

Per tali aspiranti medici, il Ministero non ha previsto alcuna soluzione, né una data alternativa. Il sito del Ministero dell’Università e della Ricerca si limita a riportare un avviso del 31 agosto, che recita: “vista la presenza di candidati destinatari dei provvedimenti sanitari di prevenzione del Covid-19 che, pertanto, non potranno sostenere le prove di accesso programmato previste a partire da giorno 1 settembre p.v. , ha provveduto ad avvisare i Ministeri competenti al fine verificare ogni eventuale possibile gestione delle suddetta situazione”.

Quindi, nulla è stato fatto o stabilito, generando una protesta da parte degli esclusi, i quali preannunciano la volontà di fare ricorso.


L’avvocato Cristiano Pellegrini Quarantotti, esperto di diritto amministrativo che da oltre 10 anni si occupa di ricorsi per il mancato accesso alle facoltà universitarie a numero chiuso, spiega: “La condizione dei candidati che sono stati impossibilitati a partecipare al test perché in quarantena costituisce sicuramente una problematica particolare, alla quale il Ministero dovrà necessariamente trovare una soluzione.

Ciò che sorprende – continua l’avvocato - è che la questione era nota da mesi e si sarebbe potuto e dovuto trovare una soluzione per tempo. È chiaro che adesso gli esclusi andranno a proporre ricorso alla Giustizia Amministrativa. Ciò aumenterà, con buona probabilità, il numero dei ricorsi al TAR, già annualmente elevato per tale concorso, a causa delle numerose criticità presentate dai ricorrenti. A tal proposito - avverte l’Avv. Pellegrini Quarantotti - occorre considerare che stanno pervenendo non poche segnalazioni per gravi irregolarità che si sarebbero verificate in occasione delle prove del 3 settembre”.

 

Negli ultimi anni, moltissimi candidati esclusi che hanno presentato ricorso con l’Avv. Pellegrini Quarantotti, sono stati successivamente riammessi dal Giudice Amministrativo. Se vuoi avere informazioni circa la possibilità di accedere al ricorso, puoi richiedere una consulenza legale gratuita compilando il form QUI.

Archivio news

 

Categorie

News dello studio

mag20

20/05/2024

“Sanatoria” per i “Quartini”. Istanza di inserimento in graduatoria 2024/2025 senza effettuare la prova.

“Sanatoria” per i “Quartini”. Istanza di inserimento in graduatoria 2024/2025 senza effettuare la prova.

in Ricorsi Medicina

Nei giorni scorsi è stata approvata la norma volta a “sanare” la posizione dei “quartini”, vale a dire coloro che si trovano nella situazione di avere svolto il test TOLC

mar4

04/03/2024

Test Medicina 2024/2025: pubblicato il Nuovo Decreto. Parte il Ricorso per i

Test Medicina 2024/2025: pubblicato il Nuovo Decreto. Parte il Ricorso per i "Quartini"

in Test Numero Chiuso

IL NUOVO DECRETO PER IL TEST 2024/2025 In data 23 febbraio 2024 è stato pubblicato dal Ministero dell’Università e Ricerca il Decreto Ministeriale n. 472, recante la disciplina delle

gen24

24/01/2024

Medicina: il T.a.r. del Lazio dichiara il TOLC 2023 illegittimo. Le prime valutazioni dello Studio Legale Pellegrini Quarantotti.

Medicina: il T.a.r. del Lazio dichiara il TOLC 2023 illegittimo. Le prime valutazioni dello Studio Legale Pellegrini Quarantotti.

in Ricorsi Medicina

Il T.A.R. Lazio, Sez. III, con Sentenza pubblicata in data 17/01/2024, ha disposto l’annullamento del D.M. 1107/2022, del D.D. 1925/2022, dei bandi di concorso per l’accesso ai corsi di laurea

News Giuridiche

giu22

22/06/2024

Residenza fiscale del contribuente: è irrilevante l’omessa iscrizione all’AIRE

<span style="color: #1f1f1f; background-color:

giu21

21/06/2024

Omessa dichiarazione contributiva: imprenditore assolto se manca il dolo

Non responsabile il datore di lavoro che

giu21

21/06/2024

Notifica a mezzo raccomandata a/r in Paesi UE: quali sono le formalità da seguire?

La normativa UE consente agli Stati membri